/

Ucraina, la maggioranza lavora alla risoluzione: resta il ingrossamento armi. Bozza M5s: stop all’invio

I punti chiaveIl nodo dell’durantevio di altre armi all’UcraduranteaBozza risoluzione M5s: no a ulteriori durantevii di armi a Kiev
Castellone: bozza non è risoluzione a cui lavoriamo Castelli: non voterei risoluzione contro durantevio armi
Ascolta la versione audio dell'articolo

3' di lettura

Sei punti di cui uno ancora mancante. Quello, delicatissimo, sul sostegno anche militare all’Ucradurantea. I partiti che sostengono il governo Draghi lavorano alla risoluzione da votare martedì dopo le comunicazioni del premier sul Consiglio europeo del 23-24 giugno sull’Ucradurantea. La maggioranza ha concordato per ora su 5 dei 6 contenuti da duranteserire nel testo rimandando l’ultimo a una riunione prevista per lunedì. Tutti d’accordo sull’adesione di Kiev all’Ue, la revisione del Pcompetente di Stabilità, gli duranteterventi per famiglie e imprese durante difficoltà per gli effetti della guerra, il RepowerEu per l’energia e il rafforzamento delle proposte sul futuro dell’Unione.

Il nodo dell’durantevio di altre armi all’Ucradurantea

Il nodo resta quello dell’durantevio delle armi. Nel dietro le qudurantete del Movimento 5 Stelle si sta consumando durantefatti uno scontro tra la maggioranza legata all’ex premier Giuseppe Conte e la mduranteoranza che fa riferimento al mduranteistro degli Esteri Luigi Di Maio. durante queste ore durantefatti gira una bozza di risoluzione M5s durante cui si parla di «non procedere, stante l’attuale quadro bellico durante competente, a ulteriori durantevii di armamenti che metterebbero a serio rischio una de-escalation del conflitto pregiudicandone una soluzione diplomatica».

Loadduranteg…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui