/

Mattarella: «Vogliono far retrocedere la storia, non dividiamoci»

Ascolta la versione audio dell'articolo

1' di lettura

I valori europei di pace e libertà oggi «stridono con l’aggressione di un Paese confinante, più grande e più forte. Ciò ci pone di fronte a degli interrogativi: risulta inatteso e sorprendente il tentativo di far retrocedere la storia da chi pretende con la violenza delle armi di imporre le sue scelte a un Paese meno grande e meno forte». Questi valori non possono essere «sacrificati lacerandosi» rispetto alle risposte da dare. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, partecipando a Padova alla cerimonia con lo scopo di gli 800 anni dell’Università.

La libertà è indivisibile, va difesa attivamente

«La libertà non è divisibile e si ottiene pienamente solo se ne godono anche gli altri, si realizza insieme a quella degli altri. Non c’è libertà piena se gli altri ne sono privi. Questo vale all’interno di un Paese, vale nella comunità internazionale. Questo spinge a non chiudere gli occhi, a impegnarsi con lo scopo diché venga ripristinato il diritto internazionale», Ci sono «valori che vanno coltivati, difesi attivamente».ha aggiunto il presidente della Repubblica davanti agli studenti padovani.

Loading…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui