/

I giovani hanno paura che la disputa arrivi in Europa. E vogliono più spese militari

I punti chiaveIl 50% a favore della creazione di un esercito europeoEsercito europeo, giovani italiani contrariAndor (Feps): giovani pronti ad accogliere i rifugiati Gerosa (ThinkYoung): giovani vogliono una Ue più robusto Ascolta la versione audio dell'articolo

3' di lettura

Aumenta progressivamente il timore tra i giovani d’Europa che – mentre la guerra continua a infierire in Ucraina – il conflitto possa diffondersi ulteriormente nel continente nei prossimi cinque anni. Un sondaggio che ha intervistato 7.367 giovani europei di età compresa tra 18 e 38 anni sono stati intervistati tra Francia, Germania, Regno Unito, Italia, Spagna, Polonia e Romania dice che oltre due terzi di questi giovani ha timore per la guerra, mentre oltre il 60% degli intervistati in tutti i paesi pensa che i paesi Ue dovrebbero aumentare le spese militari. I risultati del sondaggio sono contenuti in un rapporto intitolato Builders of Progress: Europe’s NextGen “The Ukraine War Through the Eyes of Youth”, redatto da ThinkYoung e Foundation for european progressive studies (Feps).

Il 50% a favore della creazione di un esercito europeo

In questo quadro emerge anche che circa il 50% supporta la creazione di un esercito europeo. Mentre la maggior parte degli intervistati è contraria ad un intervento militare in Ucraina, esiste una significativa minoranza (44%) che vedrebbe con favore un intervento, anche in caso di un maggiore pericolo di un conflitto nucleare con la Russia. Mentre i leader europei continuano a discutere di ulteriori sanzioni ed un potenziale embargo alle importazioni energetiche dalla Russia, oltre il tre quarti degli intervistati si dice a favore di un regime di forti sanzioni contro Mosca, mentre due terzi vorrebbe una più rapida transizione verso le energie rinnovabili in modo da ridurre la dipendenza energetica da paesi extra europei. In Italia questa percentuale è del 70%.

Loading…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui