/

«Green pass revocato ai positivi»: atteso l’ok del Garante della Privacy. Il ministero della Salute spinge per una norma europea

«Green pass revocato ai positivi al Covid»: si va verso l’ok del Garante della Privacy. E il ministero della Salute spinge per una norma europea. Il ministero, infatti, sta lavorando per attivare la temporanea revoca del Green pass alle persone che, già in possesso del certificato verde, risultino in seguito positive al Covid. Al momento questo tipo di revoca non è prevista dalle norme europee in alcun Paese, ma vige la legge secondo cui un positivo al virus commette un reato se viola la quarantena. APPROFONDIMENTI  Stato di emergenza, quanto durerà ancora? «Possibile una proroga, ma breve»«Sciopero generale va riprogrammato», stop dall’Authority: viola le norme Norma a livello europeo A quanto si apprende da fonti di Governo, il ministero – che sta spingendo per una norma a livello europeo – sarebbe pronto ad attivare in Italia il sistema di revoca per positività del Green pass, in attesa che il Garante della Privacy possa dare il suo ok nei prossimi giorni.         

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui