/

Super Green pass, obbligatorio per palestre, piscine e impianti sportivi solo in zona arancione: le linee guida

Il nuovo Super Green Pass, in vigore dal prossimo 6 dicembre, sarà obbligatorio anche per svolgere attività sportiva, ma solo in zona arancione. Lo chiarisce il Dipartimento per lo Sport, nelle nuove linee guida per “l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere”, aggiornate all’ultimo decreto legge in materia e pubblicate oggi. APPROFONDIMENTI Super Green pass e sport, le linee guida In zona bianca e zona gialla, basterà il Green pass “base” per andare in palestra, in piscina, ma anche per svolgere attività sportiva in impianti all’aperto o al chiuso, accedendo a spogliatoi e docce. Nel documento si legge: «In merito alle novità introdotte, si fa presente che le disposizioni in merito alla necessità di possesso in zona bianca della certificazione verde “rafforzata” non trovano applicazione ai fini della pratica sportiva, sia essa svolta all’aperto che al chiuso. Pertanto si confermano, per le zone bianca e gialla, le disposizioni attualmente vigenti, ovvero necessità di possesso della certificazione verde “base” per la pratica sportiva all’interno di luoghi chiusi e per l’accesso alle aree adibite a spogliatoi e docce». «Diversamente, in zona arancione, l’accesso a luoghi al chiuso per la pratica sportiva è consentito ai soli possessori di certificazione verde “rafforzata”». Ciò vuol dire che nelle regioni “arancioni” soltanto chi possiede il Super Green pass – e quindi sia vaccinato o guarito dal Covid – potrà svolgere attività sportiva. Il Green pass “base”, quello ottenuto con il semplice tampone, non sarà sufficiente. In zona rossa, invece, l’attività sportiva sarà sospesa per tutti. «Nulla cambia rispetto alle disposizioni riferite all’ambito lavorativo, per il quale è previsto il possesso della certificazione verde “base”», si precisa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui