Maltempo, la Protezione civile dirama l’allerta arancione in quattro regioni

Dopo il disastro delle Marche, la Protezione Civile mantiene alta l’allerta meteo. Per domani è stato diramato un allarme “arancione” per le condizioni metereologiche in quattro regioni: Umbria, Campania, Basilicata e Calabria; mentre l’allerta sarà gialla in altre otto regioni.

Lo indica il bollettino della Protezione Civile, in base al quale nelle prossime ore sono attesi temporali – che localmente potranno essere molto intensi – e venti forti su gran parte del Paese. In particolare, dalla serata i fenomeni interesseranno Lombardia orientale, Trentino, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria e Campania. Sotto la lente degli esperti in particolare la regione Umbria, dove è segnalata allerta arancione anche dalla mezzanotte di sabato 17. A renderlo noto, il dipartimento regionale della Protezione civile che, nel tonto pomeriggio di oggi, ha diramato un nuovo avviso: le zone più critiche rimangono quelle maggiormente colpite dagli eventi meteo della scorsa notte, ossia Alto Tevere e Chiascio-Topino, al confine con le Marche.

Per quanto riguarda il Lazio, il dipartimento della Protezione civile ha emesso oggi l’avviso di condizioni meteo avverse. Dal primo mattino di domani e per le successive 12-18 ore si prevedono “venti da forti a burrasca dai quadranti occidentali in rotazione pomeridiana dai quadranti settentrionali, con raffiche fino a burrasca forte, in particolare sui crinali appenninici e settori costieri”, rende noto il Centro funzionale regionale.