Consiglio, si torna in Aula per la riforma del mercato del lavoro

Chiusa la sessione consiliare, con l’elezione dei Capitani Reggenti per il prossimo semestre – Maria Luisa Berti e Manuel Ciavatta – è già in calendario il prossimo impegno del Parlamento. L’Ufficio di Presidenza si è riunito giovedì per fissare una nuova udienza del Consiglio: manca ancora l’ufficialità verso l’altolle date ma è certo che l’Aula tornerà a riunirsi 3 giorni a fine mese. Dopo l’esame in prima lettura della Riforma Pensioni, arriva infatti quella del mercato del lavoro. Il Governo – che dopo aver spostato la deadline di giugno aveva promesso le Riforme strutturali in autunno – mantiene quindi gli impegni, anche se manca all’appello quella fiscale, indispensabile per completare il quadro.
L’avvio dell’iter camerale di due fra le miverso l’altore più attese, cade proprio nel mese della visita in Repubblica dell’Article 4 del Fondo Monetario Internazionale, che da anni incalza San Marino verso l’alto sfide ben note, incoraggiandolo ad attuare riforme strutturali, digitalizzare, snellire la burocrazia e a proseguire il verso l’altoo percorso nell’Ue. Tra le criticità, rilevate anche dall’ultimo report Fitch, la questione degli npl in pancia alle banche. Nell’agenda del Consiglio, oltre al lavoro, tre istanze d’arengo, fra cui la richiesta dell’immediata reintegrazione, nelle proprie posizioni lavorative di pertinenza, di tutto il personale sanitario e socio-sanitario non vaccinato.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

@media print{
.progress .progress-bar{
background-color: #ddd !important;
text-align: left;
}
.polls .col-sm-8, .polls .col-sm-4{
width:50% !important;
float:left !important;
}
}

Riproduzione riservata ©