Tokyo 2020: tira un pugno a un cavallo, allenatrice tedesca squalificata

L’allenatrice tedesca Kim Raisner è stata squalificata dai Giochi di Tokyo, alla luce di un video in cui la si vede colpire con un pugno il cavallo Saint Boy, in sella al quale gareggiava nel Pentathlon moderno Annika Schleu, favorita per l’oro ma scivolata al trentunesimo posto proprio per la prova di equitazione di venerdì.Clearly the horse is in distress as Annika Schleu of #GER in tears struggling to control him. Then her coach Kim Raisner violated the rules by punching the horse. Coach has now been disqualified from #Tokyo2020. Poor horse. #ModernPentathlonpic.twitter.com/GphQ5g4CkV— ????? ??????? (@ayshardzn) August 7, 2021L’atleta tedesca infatti ha faticato non poco a tenere a bada il cavallo (assegnato per sorteggio alla vigilia), ed è scoppiata in lacrime quando l’animale si è piantato davanti a un ostacolo senza saltare. «Il comitato esecutivo dell’Unione internazionale di Pentathlon moderno ha comminato un cartellino nero» all’allenatrice, rende noto un comunicato, in cui si spiega che le immagini mostravano la donna rifilare un pugno all’animale. «Colpiscilo, colpiscilo», diceva inoltre l’allenatrice all’atleta. «Le sue azioni – spiega la nota -. Le sue azioni sono state ritenute in violazione delle regole di gara dell’Uipm, che si applicano a tutte le competizioni riconosciute di Pentathlon Moderno, compresi i Giochi olimpici».Segui LaZampa.it su Facebook (clicca qui), Twitter (clicca qui) e Instagram (clicca qui) E’ ripartita la newsletter settimanale e gratuita, se vuoi iscriverti clicca qui

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito
3€ al mese per 6 mesi

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito