Liguria, Toti: “Il vaccino è l’unica strada per stare lontano dagli ospedali. Zona gialla? Nessun rischio”

Preparazione dei vaccini nel nuovo centro vaccinale al Teatro della Gioventuù, in via Cesarea a GenovaIl governatore ligure: “Non ci fermiamo neanche a Ferragosto. E avremo altre open night anche dopo il 18”Genova – “Vacciniamoci anche a Ferragosto”. E’ l’appello del presidente e assessore alla Sanità della Liguria, Giovanni Toti, rivolto alla cittadinanza nel corso di una diretta Facebook questa mattina. “Sto letteralmente stalkerizzando la nostra sanità affinché anche in questi giorni non si interrompa la poderosa campagna di vaccinazione – ha detto il governatore – L’unica cosa che ci tiene lontano dagli ospedali e che consente di vivere una vita normale è il vaccino”.Per questo Toti ha spiegato: “Non ci fermiamo neanche a Ferragosto: abbiamo open night e open day nella Asl 1, a Taggia, dalle 8 alle 12 del 15 agosto; opportunità anche in Asl 2, dalle 20 alle 23 a Cairo, Alassio, al Palacrociere di Savona. Idem per Chiavari, dove dalle 19-22 del 15 agosto si può ricevere la dose al centro vaccinazioni”.Non solo: il governatore ha aggiunto che “dopo Ferragosto, il 18-20-23-25-27 agosto, in tutti gli hub della provincia ci saranno nuove open night, a prescindere da tutto quello che si può fare con prenotazioni”. Insomma, per Toti, “con queste opportunità è francamente impossibile non vaccinarsi in Liguria”.Domani inoltre all’hub di Genova San Benigno, si apre la linea riservata alla fascia 12-17 anni in vista dell’apertura delle scuole e, dal 23 agosto, in tutti gli hub “verranno aperte linee a presentazione senza prenotazione per tutti, prioritariamente per gli insegnanti” ha spiegato Toti. Tutto questo è possibile anche perché in Liguria stanno arrivando “270mila dosi Pfizer e 94mila Moderna – ha detto il presidente ligure – e quindi apriamo ulteriori spazi per vaccinarsi per dare un’offerta ancora più ampia per vaccinarsi o anticipare la seconda dose”.Per il governatore la “poderosa campagna di vaccinazione attivata in Liguria non si deve fermare” perché “se non ci fosse il 70% della popolazione vaccinata, i nostri ospedali esploderebbero come nella seconda e nella terza ondata. Per questo ribadisco che è importante vaccinarsi ed abbiamo messo a disposizione tutte le soluzioni per farlo”.“I numeri della Liguria non sono da zona gialla”Toti ha anche affermato questa mattina durante la diretta Facebook: “I numeri della Liguria non sono tali da giustificare l’ingresso in zona gialla”. Il governatore ha ricordato che “il decreto del 23 luglio scorso prevede che le regioni restino in zona bianca se si verifica una delle seguenti condizioni: un’incidenza sopra il 50%, terapie intensive occupate sopra il 10% o area medica occupata sopra il 15%”.Per quanto riguarda la Liguria, “siamo lievemente sopra il 50% di incidenza, siamo sotto l’area di rischio di terapie intensive (che da noi scatta sopra le 23) – ha detto Toti – E, per quanto riguarda la media intensità, siamo a neanche 1/3 dei posti occupati. Che si verifichino tutte e tre è quindi assai improbabile. La realtà – ha concluso il governatore – è che non c’è nessun rischio a venire in Liguria, ma siccome circola molto il virus, siamo comunque prudenti”.

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito
3€ al mese per 6 mesi

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito