Brunetta arruola l’agente “Betulla”: è polemica sulla nomina di Farina a consulente del suo ministero

Renato Farina in una immagine d’archivioContratto da 18 mila euro per il giornalista al centro di polemiche per la sua collaborazione con i servizi segreti. Fratoianni: presenteremo un’interrogazione parlamentareIl ministro Brunetta ingaggia al ministero della Pubblica amministrazione il giornalista di Libero Renato Farina, con un contratto da 18 mila eura. Una consulenza destinata fin dall’inizio a scatenare discussioni e polemiche, visto che Farina è stato per anni informatore e collaboratore del Sismi, l’agenzia dei servizi segreti su richiesta della quale avrebbe anche scritto false notizie. La storia del contratto di consulenza, svelata da Il Fatto Quotidiano, non ha tardato dunque a sollevare un piccolo polverone. «Vedo che grazie al ministro Brunetta torna a Palazzo il fedelissimo Renato Farina, il giornalista-spia ed ex vicedirettore di Libero, autosospeso dall’ordine nel 2007 perche’ si scopri’ che lavorava al contempo per i servizi segreti e che patteggio’ per favoreggiamento dei rapitori nel caso di Abu Omar. Il suo ruolo? Consulente giuridico per il ‘governo dei migliori’. Che dire, la persona giusta nel posto giusto» scrive su Facebook il segretario nazionale di Sinistra italiana, Nicola Fratoianni. «Davvero un bel capolavoro. Sono l’unico – conclude Fratoianni – a cui tutto ciò sembra assurdo e inaccettabile? Comunque presenteremo un’interrogazione parlamentare al premier Draghi per capire se per anche per lui questa nomina è assolutamente inopportuna». 

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito
3€ al mese per 6 mesi

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito