Aspi, sì del governo a “golden power” per la cessione a Cdp

Roma – Via libera del Governo alla golden power per la cessione di Aspi da Atlantia alla cordata guidata da Cdp. Lo comunica Atlantia. Facendo seguito al comunicato stampa del 12 giugno 2021 in merito alla intervenuta sottoscrizione dell’accordo per la cessione dell’intera partecipazione detenuta in Autostrade per l’Italia tra Atlantia ed il Consorzio costituito da CDP Equity, Blackstone Group International Partners e Macquarie European Infrastructure Fund si comunica che in data odierna – spiega Atlantia – “è pervenuta all’acquirente l’autorizzazione della Presidenza del Consiglio al perfezionamento della transazione ai sensi della legge sulla golden power. Il perfezionamento dell’operazione resta subordinato all’avveramento delle ulteriori seguenti condizioni sospensive previste nell’accordo di cessione: efficacia dell’accordo transattivo tra Aspi e il Mit e del Piano Economico Finanziario, sostanzialmente in linea con le bozze allegate al Contratto e già accettate da Aspi e sottoposte al Mit per approvazione; piena validità delle concessioni in capo ad Aspi e alle altre società del gruppo Aspi; ottenimento dell’autorizzazione antitrust senza imposizioni di condizioni o rimedi che abbiano un “Impatto Negativo” (come specificamente definito nel Contratto) su Aspi, l’operazione, l’acquirente, i suoi soci e/o le rispettive affiliate e/o Atlantia e/o le sue affiliate. Tra le condizioni anche l’ottenimento dei waivers da parte degli enti finanziatori del gruppo Aspi, inclusi i bondholders, anche in relazione alla liberazione delle garanzie prestate da Atlantia che assistono alcuni finanziamenti erogati ad Aspi; l’ottenimento dei waivers da parte degli enti finanziatori di Atlantia, inclusi i bondholders; la conferma da parte della Consob che non si debba lanciare Opa su Autostrade Meridionali in conseguenza dell’operazione; rilascio delle autorizzazioni del Mit per il cambio di controllo del concessionario; assenza di provvedimenti da parte di autorità che possano impedire l’operazione nei termini previsti dal Contratto o comunque avere un Impatto Negativo sull’operazione, Aspi e/o le sue controllate e/o l’acquirente. Il termine ultimo per l’avveramento delle condizioni sospensive (Long Stop Date) è fissato al 31 marzo 2022.

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito
3€ al mese per 6 mesi

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito