Sampdoria, Nicolini, il “Netzer di Quezzi” torna a casa: allenerà le giovanili

Enrico Nicolini (archivio)dario freccero

01 Luglio 2021

Genova – Il “Netzer di Quezzi” torna finalmente a casa. Casa per lui è la Sampdoria, società dove è cresciuto e che gli ha sempre fatto battere il cuore. Enrico Nicolini, 65 anni, dopo anni torna al club blucerchiato come tecnico di una leva giovanile, probabilmente l’under 17. Era nell’aria da qualche settimana un possibile rientro, adesso è sicuro ed è un segnale che non potrà che far piacere ai tifosi blucerchiati che da sempre contestato alla gestione Ferrero la poca “sampdorianità” dei suoi collaboratori in società. Nicolini sampdoriano lo è da sempre e per l’ex centrocampista la possibilità un giorno di tornare a lavorare per il club di Corte Lambruschini era ormai il dichiarato sogno.Cresciuto nelle giovanili della Sampdoria, esordì in Serie A con la prima squadra nella stagione 1973-1974. In carriera ha poi vestito le maglie del Catanzaro (nel 1977-1978 con cui ottenne una promozione dalla Serie B), del Napoli e dell’Ascoli in massima categoria. Chiuse la carriera in B con il Bologna e poi ancora col Catanzaro.Da allenatore, nel 1990, esordì con il Novara in C2, quindi andò al Vigor Lamezia per passare al Palermo in B nel 1993-1994 e allenare principalmente in Serie C; ha fatto parte dello staff di Carlo Mazzone al Brescia, poi dal novembre 2009 ha collaborato come secondo allenatore del CFR Cluj, in Romania, con Andrea Mandorlini, conquistando il titolo di Campioni di Romania e la Coppa rumena. Nel 2013 una parentesi come allenatore del Bogliasco, in D.Poi l’altra collaborazione dal 2013 nello staff del Verona sempre di Mandorlini.  Storico, per certificare il senso d’appartenenza al blucerchiato, il rifiuto nel febbraio 2017 di possibile vice ancora di Mandorlini al Genoa. Ora, dopo anni, finalmente il ritorno a casa alla SampdoriaISCRIVITI QUI ALLE NEWSLETTER TUTTO GENOA, TUTTO SAMP E TUTTO SPEZIA