Il cane scappa per paura dei fuochi d’artificio. Dopo ore di angoscia, l’animale suona alla porta di casa

Rajah era scomparsa da sette ore. Era fuggita da casa per paura dei fuochi d’artificio. Sette ore lunghissime per i suoi proprietari che l’avevano cercata ovunque senza trovarla. Un’angoscia che ha avuto fine solo quando è suonato il campanello di casa: non era un vicino o qualcuno che aveva riportato a casa la cagnolina, ma era la stessa Rajah che aveva ritrovato la via del ritorno e aveva anche saputo come farsi aprire la porta. L’incredibile storia arriva da Greenville, in Caroina del Sud, dove una giovane coppia racconta l’incubo vissuto: «Rajah Era nel cortile con l’altro nostro cane e il nostro vicino ha iniziato a sparare fuochi d’artificio e sapevo che si sarebbe spaventata – spiega la sua proprietaria 23enne Mary Lynn – Sono andata in giardino e lei non c’era più».Da lì sono partite le ricerche della cucciolona di 18 mesi e subito è stato pubblicato un post su Facebook per coinvolgere il vicinato. Dopo circa 7 ore di ricerche ininterrotte, la ragazza ha deciso di tornare in casa per riposare un po’, mentre il marito continuava a cercare il cane scomparso. Verso le tre della mattina l’incredibile svolta: suona il campanello di casa e la giovane donna si è trovata davanti Rajah che era ben contenta di poter tornare nella sua cuccia. Il tutto documentato da un filmato di una telecamera della casa. Una storia a lieto fine soprattutto perché la cagnolina sta bene ed è stata ritrovata.Segui LaZampa.it su Facebook (clicca qui), Twitter (clicca qui) e Instagram (clicca qui) E’ ripartita la newsletter settimanale e gratuita, se vuoi iscriverti clicca qui