Covid, gli scienziati avvertono Johnson: “Cancellare le restrizioni è un’idea scellerata”

Boris JohnsonLa missiva era firmata inizialmente da 122 scienziati, a cui se ne sono aggiunti altri 1.400. Dopo l’affollata finale di Euro 2020 a Wembley, il Regno Unito accoglierà in totale 350 mila spettatori per il Gran Premio di Formula 1 di Silverstone, tra gara e giorni di proveLondra – Il piano del governo britannico per allentare le restrizioni anti-Covid in Inghilterra a partire dalla prossima settimana, non ha basi scientifiche, conta sul raggiungimento dell’immunità di gregge attraverso il contagio di massa e rappresenta un “pericolo per il mondo”.E’ l’allarme lanciato da un gruppo internazionale di scienziati – tra cui alcuni consulenti di governi che includono quello italiano e australiano – che condanna il piano “sconsiderato” del premier Boris Johnson di andare avanti col cosiddetto “Freedom Day” in Inghilterra il 19 luglio, quando verranno revocate la maggior parte delle misure per contenere il contagio, nonostante la risalita dei casi e dei ricoveri legata alla rapida diffusione della variante Delta.Dopo una riunione virtuale di emergenza sul piano inglese, gli scienziati internazionali hanno usato parole dure contro Johnson. “Ritengo che la strategia di immunità di massa sia di fatto omicida”, ha denunciato lo scienziato americano William Haseltine, parlando di politica “disastrosa”. Londra nega di perseguire l’immunità di gregge, lasciando correre la variante Delta, ma ha ammesso che le infezioni giornaliere potrebbero triplicare fino a 100 mila nelle prossime settimane, aggiungendo pressione sul sistema sanitario.”Non dobbiamo sottovalutare il fatto che potremmo finire nei guai di nuovo, molto velocemente”, ha avvertito ieri il chief medical officer del governo britannico, Chris Whitty. La videoconferenza di esperti internazionali è stata organizzata dagli autori di una lettera di protesta pubblicata, dalla rivista medica The Lancet la settimana scorsa, che definiva “illogica e prematura” la scelta inglese di andare avanti con le riaperture e chiedeva al premier britannico di ritardare l’allentamento delle restrizioni. La missiva era firmata inizialmente da 122 scienziati, a cui se ne sono aggiunti altri 1.400. Dopo l’affollata finale di Euro 2020 a Wembley, il Regno Unito accoglierà in totale 350 mila spettatori per il Gran Premio di Formula 1 di Silverstone, tra gara e giorni di prove.

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito
3€ al mese per 6 mesi

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito