Auto a metano in fiamme sull’A7, nessun ferito. Coda di 7 chilometri tra Bolzaneto e Busalla

Veicolo in fiamme sull’autostrada A7Gli occupanti del veicolo sono riusciti ad allontanarsi dal mezzo che ha preso fuocoGenova – Un’autovettura alimentata a metano, ha preso fuoco sull’autostrada A7 tra Genova Bolzaneto e Busalla, in direzione di Milano. E’ successo poco dopo le 13.Non si registrano feriti: gli occupanti dell’auto sono riusciti ad allontanarsi dal veicolo in fiamme.Il traffico è stato bloccato, poi il tratto è stato riaperto ma rimangono 6 chilometri di coda in aumento. Ai soli veicoli leggeri Autostrade consiglia di uscire a Genova Bolzaneto e dopo aver percorso la viabilità ordinaria possono rientrare in autostrada a Busalla.Sul posto sono presenti il personale di Autostrade per l’Italia e tutti i mezzi di soccorso.Le fiamme si sono estese oltre il guardrail danneggiando una centralina di Autostrade per l’Italia.La situazione sulle autostrade liguri – ore 14.20Anche oggi si registrano code sulla rete autostradale ligure a causa dei cantieri. Ecco la situazione:A7Coda di 7 chilometri tra Genova Bolzaneto e Busalla per veicolo in fiamme (vedi i dettagli in alto).A10Coda di 5 chilometri tra Varazze e Albisola per lavori.Coda di 1 chilometro tra Arenzano e Bivio A10/A26 Trafori per lavori.A12Coda di 2 chilometri tra Rapallo e Chiavari per lavori.A26Coda di 3 chilometri tra Bivio A26/A10 Genova-Ventimiglia e Masone per lavori.I sindacati: “Tutelare gli autisti dei tir, serve un tavolo tecnico”Intanto, in una nota Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti Liguria scrivono: “Non è più tollerabile vedere gli autisti in coda per ore, nel totale abbandono e disinteresse di tutti”. E aggiungono: “I camionisti dipendenti restano, ancora un’altra volta, i primi a subire stress correlato al lavoro, senza risposte concrete a tutela della loro salute e sicurezza, oltre che a quella degli utenti della strada”, spiegano le organizzazioni sindacali che sono pronte alla mobilitazione come sottolineano: “Portiamo all’attenzione di tutte le Istituzioni e degli enti che, qualora la problematica non venisse affrontata con estrema urgenza in un tavolo tecnico con Regione Liguria, Città Metropolitana, Autorità di Sistema Portuale, terminalisti, le scriventi si attiveranno per esternare concretamente il disagio dei lavoratori dipendenti”.

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito
3€ al mese per 6 mesi

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito