Una lunga catena di intimidazioni verso il sindaco e il Comune

NUORO. La provincia di Nuoro è stata a lungo la più colpita nell’isola da attentati e intimidazioni e proprio Siniscola guida questa triste classifica, anche da un anno a questa parte la tendenza si…
NUORO. La provincia di Nuoro è stata a lungo la più colpita nell’isola da attentati e intimidazioni e proprio Siniscola guida questa triste classifica, anche da un anno a questa parte la tendenza si attenuata soprattutto per via del coprifuoco in vigore con il Covid. Di attentati e intimidazioni sa qualcosa sicuramente il sindaco della cittadina baroniese, Gianluigi Farris, finito più volte nel corso del suo mandato elettorale nel mirino degli attentatori e o di minacce anonime, come le scritte di morte con il suo nome comparse sui muri del paese un anno fa. Ma già nel 2017 Farris aveva subito due intimidazioni con una finta bomba piazzata davanti al bar di sua proprietà e con una busta contenente cartucce e minacce di morte trovata davanti al municipio. Lo stesso Farris aveva definito un «gesto inquietante» l’attentato agli avvocati Trubbas. «Le forze dell’ordine – aveva detto– svolgono benissimo il loro lavoro ma ci sarebbe bisogno anche di una maggiore collaborazione da parte della cittadinanza se davvero si vogliono isolare questi pochi criminali che minano la serenità di tutti».