Torino, sorprende i ladri in casa: architetto 50enne ucciso a colpi di pistola

Un uomo è stato ucciso nella sua casa a Piossasco, comune in provincia di Torino, a seguito di un tentativo di rapina con un colpo di pistola. La vittima è un architetto che avrebbe compiuto 50 anni tra qualche giorno, Roberto Mottura, morto in quello che secondo i primi accertamenti dei carabinieri sembra essere stato un tentativo di rapina. Tutto è accaduto nella abitazione dell’uomo, una villa in via Campetto 33. APPROFONDIMENTI  La vittima sarebbe stata colpita da un proiettile al termine di una colluttazione. Non si esclude che i malviventi fossero più d’uno. Oltre all’architetto, in casa erano presenti la moglie, che ha dato l’allarme, e il figlio. Sull’omicidio indagano i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Torino e della Compagnia di Moncalieri.  L’ipotesiIl 50enne viveva nella casa in Piemonte, con moglie e figlio. Inizialmente sembrava fosse deceduto a causa di un malore. Non ci è voluto molto per scoprire che invece era stato raggiunto da un colpo di pistola all’addome. Le indagini stanno perseguendo la pista della rapina finita male, l’ipotesi per ora più accreditata è che il professionista abbia sorpreso dei ladri in casa, che ci possa essere stata una colluttazione nel quale sia stato colpito dal colpo di pistola. Le indagini però sono all’inizio.  Le indiscrezioniSecondo delle indiscrezioni, tutte da confermare, sembrerebbe che i ladri fossero almeno due e che si siano introdotti all’interno della villetta rompendo l’anta di una finestra. Roberto li avrebbe sorpresi subito, rovinando così il piano dei malviventi. In una scarpata davanti all’abitazione è stato trovato un martello. L’omicidio è avvenuto al primo piano della villa, dove i ladri erano entrati intorno alle 4. La famiglia stava dormendo al secondo piano quando è suonato l’allarme. A quel punto i coniugi sono scesi a vedere che cosa stesse accadendo. Nel corso della colluttazione uno dei malviventi ha fatto fuoco uccidendo Mottura. In una scarpata davanti alla casa è stato trovato un martello che i due criminali hanno utilizzato per forzare la finestra. Le indagini sono coordinate dal pm Valentina Sellaroli della procura di Torino. qui sotto)
// la var verrà usata dal PaywallMeter per targetizzare l’evento sul pixel corretto
impostazioni_testata.fbq_swg_promo = ‘3250029561771476’;
fbq(‘init’, ‘3250029561771476’);
fbq(‘track’, ‘PageView’);