Siniscola, scoperto un deposito di bombole di gas senza autorizzazione

Operazione della Guardia di finanza: sigilli al materiale potenzialmente pericoloso per i dipendenti e le persone a cui veniva distribuitoSINISCOLA. La Guardia di finanza della Tenenza di Siniscola, ha individutato a Orosei un deposito di bombole Gpl stoccate dalla società che poi le rivendeva al pubblico, in assenza delle autorizzazioni e del certificato di prevenzione incendi, con il conseguente rischio sia per gli abitanti della zona vicina al deposito, che per i dipendenti della stessa società.Vista la pericolosità della situazione, i militari delle Fiamme gialle hanno proceduto al sequestro di 115 bombole, per un quantitativo complessivo di 2.173 chilogrammi di prodotto e con un potenziale/capacità complessiva di accumulo (complessivo delle bombole piene e delle bombole vuote) superiore a 16.000 Kg. Le bombole sequestrate erano destinate all’uso domestico. I due soci amministratori della società sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per violazione delle norme antincendio e delle disposizioni previste in materia di sicurezza e incolumità pubblica.L’attività è stata svolta in collaborazione con personale del competente Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Nuoro, al fine di garantire la tutela della pubblica e privata incolumità, ciascuno per le competenze rispettivamente ed istituzionalmente spettanti, al fine del ripristino delle condizioni di sicurezza, adottando le opportune cautele per il successivo trasporto delle bombole in un altro luogo idoneo sotto il profilo della sicurezza., L’intervento condotto dalla Guardia di Finanza di Siniscola attesta ancora una volta la trasversalità dell’azione operativa del Corpo, che attraverso l’esercizio dei più ampi poteri di polizia economico-finanziaria è stata rivolta, in questo caso, alla tutela del mercato dei beni ed alla sicurezza dei consumatori e cittadini.