Nuoro, pastori a processo: respinta eccezione di incostituzionalità

Il tribunale di Nuoro (foto Massimo Locci)Presentata dall’avvocata Giulia Lai sulla norma che disciplina il reato di blocco stradaleNUORO. Al via  in tribunale a Nuoro (presidente Luisa Rosetti) il processo nei confronti di quattro allevatori accusati di blocco stradale. Gli imputati sono Domenico Carta e i figli Antonio e Manuele, di Siniscola, e Silvio Goddi di Lula. L’episodio si riferisce a una protesta sulla statale 131, al bivio per Lula, del 13 febbraio del 2019, quando in tutta la Sardegna gli allevatori erano scesi in piazza per ottenere un prezzo equo del latte ovino.L’avvocata Giulia Lai, che difende uno degli imputati, ha presentato un’eccezione di incostituzionalità contro la normativa che disciplina il reato di blocco stradale, il decreto legge “sicurezza” del 2015, ma il tribunale l’ha respinta. Alla richiesta si erano associati anche tutti gli altri difensori, Adriano Sollai, Marcella Cabras e Michele Zuddas.Secondo l’avvocata si tratterebbe di una norma troppo generica, in contrasto con l’articolo 25 della Costituzione, per il quale la condotta dei reati deve essere precisata dalla normativa. Il tribunale però ha respinto l’eccezione e l’avvocata Lai ha espresso l’intenzione di riproporla, se necessario, fino alla Cassazione.