Napoli: in permesso dagi arresti domiciliari, il boss va in Ferrari alla Comunione del figlio. Lo scorta il capozona in Lamborghini

I «muscoli» della camorra. E le sfide di sottile psicologia, come quella di Pasquale Cristiano, ritenuto dagli inquirenti il capobastone del clan 167 di Arzano, che, ottenuto dai giudici il permesso di lasciare i domiciliari per partecipare alla Prima Comunione del figlio, si è recato in chiesa in una fiammante Ferrari decapottabile, perché tutti lo vedessero bene. Altro che basso profilo. E non basta: perché il boss potesse sfrecciare senza…Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati qui sotto)
// la var verrà usata dal PaywallMeter per targetizzare l’evento sul pixel corretto
impostazioni_testata.fbq_swg_promo = ‘3250029561771476’;
fbq(‘init’, ‘3250029561771476’);
fbq(‘track’, ‘PageView’);