Genova, all’Auditorium di San Salvatore la presentazione della nuova edizione delle “Lettere dal carcere” di Gramsci

Un documento su Antonio Gramsci custodito dalla Fondazione DiesseL’evento lunedì 28 giugno alle ore 17.00. Annullata la partecipazione del ministro del Lavoro Andrea OrlandoMario de Fazio

27 Giugno 2021

Genova – Non parteciperà all’appuntamento, a causa di impegni di governo che dovrebbero portarlo a Roma già nel pomeriggio di domani, ma dopo aver incontrato delle rappresentanze di lavoratori sia dell’ex Ilva che di Leonardo. Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ha disdetto la sua partecipazione alla presentazione della nuova edizione delle “Lettere dal carcere” di Antonio Gramsci, libro-cult della storia della sinistra non soltanto italiana ma mondiale, riedito di recente da Einaudi. Un appuntamento organizzato dalla Fondazione Diesse, e che si terrà lunedì pomeriggio 28 giugno a partire dalle 17, all’interno dell’auditorium San Salvatore di piazza Sarzano: venuta meno la presenza di Orlando, a discutere della testimonianza dell’intellettuale sardo che ha introdotto nella storia politica del Novecento concetti fondamentali come quello di egemonia culturale, ci sarà Francesco Giasi, direttore della Fondazione Gramsci, mentre l’incontro sarà moderato dalla giornalista Wanda Valli.“Il contesto di questo appuntamento è il centenario della fondazione del Pci, e abbiamo scelto il libro di Gramsci perché è stato ripubblicato un mese fa da Einaudi in un’edizione integrale – spiega Mario Margini, presidente della Fondazione Diesse – Pensiamo sia un giusto riconoscimento a colui che è stato l’ispiratore delle lotte del Pci nel dopoguerra, e che con il suo pensiero ci rese forza nazionale. Non è un caso che sia il pensatore politico più conosciuto a livello planetario. È una riscoperta delle origini”.Chiaro che una presenza di Orlando in città, a un appuntamento politico, avrebbe avuto un sapore simbolico importante, considerato che tra due giorni si aprirà il congresso provinciale del Pd genovese. A sfidarsi, in un clima surriscaldato dalle recenti polemiche sulle regole del tesseramento, saranno Simone D’Angelo, vicesegretario provinciale uscente e Federico Romeo, presidente del Municipio Valpolcevera. Da mercoledì prenderanno il via le votazioni nei circoli, che dureranno fino al 16 luglio, mentre il 18 la nuova assemblea provinciale eleggerà formalmente il neo-segretario. Un congresso che è anche un test per la leadership di Orlando nel Pd ligure.